Gli animali totem nella vita moderna

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Alcuni animali vivono con l’uomo e ne condividono le sofferenze, la vita famigliare, la gioia, la felicità, i momenti felici e quelli tristi.
Basta pensare al cane che fin dai tempi remoti è stato il miglior amico dell’uomo e lo ha aiutato e servito in varie attività:per la caccia, per badare alle pecore o ad altri animali, per difendere la casa o anche solo per fare compagnia.

I popoli dell’antichità come gli Egiziani, i Greci, i Celti e altri popoli che abitavano le terre selvagge dell’Africa, dell’America e di altri luoghi remoti come l’Australia adoravano certi animali come il gatto ad esempio, animale sacro in tutto l’Egitto legato alla Dea egiziana Basted, una donna con la testa di gatto o il serpente adorato in alcune culture dell’America Latina.

Molte tradizioni sono scomparse oscurate dalle religioni monoteiste, altre sono rimaste e rivivono in alcuni popoli dell’America che credono ancora negli animali totem o vengono riproposte da religioni come il paganesimo e la moderna Wicca che in questi anni stanno avendo una rinascita legata anche a una maggiore considerazione del mondo animale, delle forze dell’universo e dell’energie nascoste che legano con fili sottili e invisibili tutte le creature.

Nella tradizione orale tramandata attraverso i secoli alcuni simboli sono rimasi vivi e nell’era dell’Acquario si stanno rafforzando, come la consapevolezza che possa esistere un filo conduttore e un collegamento invisibile tra le varie specie che popolano la terra a livello psichico e inconscio.
Tutto è da sempre collegato non solo gli animali, ma anche le piante, le pietre, icristalli, i minerali, il vento, l’aria, l’acqua, il fuoco e la terra.

Di questo unità e condivisione spirituale fanno parte sopratutto gli animali totem, a volte chiamati spiriti guardiani o spiriti protettori. Sono legati ad un singolo individuo, una famiglia o ad una cerchia più allargata di persone.
Difficile dire se sia l’animale a scegliere l’uomo o viceversa, di sicuro però molte volte l’uomo acquisisce le caratteristiche dei suoi animali totem che possono essere secondo le antiche tradizioni degli Indiani d’America da 4 a 12, anche se spesso ne prevale uno solo.
A volte sono animali domestici o che appartengono alla vita quotidiana, ma normalmente sono animali selvaggi che appaiono in sogni ricorrenti che possono ammaliare, spaventare o al contrario attirare e dare dei suggerimenti, nei momenti di meditazione, durante passeggiate in luoghi solitari e remoti o un viaggio sciamanico.

L’affinità è spirituale e fisica e può aiutare nella vita quotidiana o nei momenti di difficoltà.
La ricerca del proprio animale totem è molto difficile ma non impossibile e può aiutare a capire il proprio spirito, a guidare e a prendere decisioni importanti a sentire il respiro della Terra, la sua anima e il suo cuore che batte ogni giorno.

L’animale totem più adatto

Ogni animale o spirito guardiano ha determinate caratteristiche, è legato ad un elemento o 2  che lo rappresentano come l’acqua, la terra, l’aria o il fuoco e può essere richiamato attraverso la meditazione, il sogno guidato o un viaggio sciamanico proprio per ottenere protezione, forza, velocità o altre caratteristiche di cui si ha bisogno in quel momento.

Alcuni animali sono più adatti a proteggere come il coccodrillo, il lupo o l’orso altri aiutano a raggiungere più facilmente e velocemente  le proprie mete come il cavallo ad esempio legato all’aria e alla velocità, altri invece possono essere utili per rinsaldare i legami domestici come la colomba o la femmina di cervo.
Gli innamorati possono contare sulla colomba, sulla farfalla,  sul delfino o altri animali che possono donare gioia, spensieratezza, bellezza o semplicemente  il coraggio per fare una dichiarazione d’amore.

Libri consigliati

“Viaggi Sciamanici” Animali guida, piante, pietre e passi magici, di Stefania Montagna.
Lo puoi comprare qui:Il Giardino dei Libri

Scritto da