Astronomia:eventi di agosto:comete e altre news

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

3 Agosto   La cometa C/2009 P1 Garradd’s (magn. prevista 8,7) apparirà in tutto il suo splendore  a meno di mezzo grado dall’ammasso globulare M15 (NGC 7078) nella costellazione di Pegaso. L’ammasso è facilmente distinguibile anche con un semplice binocolo, per poter distinguere le stelle nella parte più esterna, però serve almeno un telescopio da 200 mm di diametro.
L’ammasso ricco di pulsar, stelle di neutroni  e stelle variabili, contiene anche la bellissima nebulosa planetaria Pease 1 distinguibile con un telescopio di 350 mm di diametro.

7 Agosto Nel cielo mattutino Marte si troverà a meno di mezzo grado dall’ammasso aperto M35 (NGC 2168) nei Gemelli. L’ammasso è molto brillante tanto da essere visibile anche ad occhio nudo se le condizioni del cielo lo permettono. Per risolvere completamente l’ammasso e vedere le circa 200 stelle che lo compongono completamente bastano telescopi da 120-150mm. Molto bella è la sua stella più brillante una gigante azzurra di classe spettrale B3, di magnitudine 8,2.

9 Agosto L’asteroide Vesta raggiunge la sua massima luminosità (magn. 5,7) tra le stelle del Capricorno. Vesta ha un diametro medio pari a circa 530 chilometri ed è il secondo pianetino della fascia degli asteroidi compresa tra le orbite di Marte e Giove.
Molto brillante in condizioni eccezionali è visibile nel cielo anche a occhio nudo.

12, 13 Agosto – La notte delle stelle cadenti:le Perseidi che tanto fanno sognare gli innamorati e chi esprime un desiderio. Lo sciame delle meteoriti è attivo da 23 luglio al 22 agosto, ma ha il suo massimo queste 2 notti quando si possono vedere anche 100 stelle cadenti in un’ora. Sono le particelle rilasciate dalla cometa Swift-Tuttle nei precedenti passaggi vicino alla Terra. Il radiante dello sciame, cioè il punto da cui sembrano cadere è nella costellazione di Perseo.

22 agosto – La notte migliore per ammirare Nettuno in opposizione. Il pianeta è visibile solo con telescopi molto potenti.

Questo mese il pianeta Mercurio passa nella costellazione del Leone il giorno 8, Venere nella Vergine il 21, Marte entra nel Cancro il 3, Giove è nella costellazione del Toro, Saturno in Bilancia, Urano in Ariete e Nettuno fino al 5 nella costellazione dei Pesci e poi in quella dell’Acquario.

Non tutti i pianeti sono visibili quindi. Mercurio nei primi giorni del mese si vede molto poco al tramonto, solo alla fine del mese si può rivedere all’alba, la bellissima Venere è invisibile perché presente durante il giorno, Marte e Giove nella seconda metà della notte e Saturno dal tramonto del Sole fino a metà notte.
La Luna è piena nella notte tra il 13 e il 14 e Nuova tra il 29 e il 30.

Per ammirare più facilmente gli oggetti come ammassi globulari e aperti, oppure oggetti del cielo profondo è necessario disporre di un buon telescopio e possibilmente scegliere notti senza Luna e preferire telescopi riflettori, per i pianeti e gli oggetti del sistema solare  sono più indicati i telescopi rifrattori possibilmente con filtri colorati adatti allo scopo.