Autobus per il paradiso

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Consigli per essere felici

Oggi voglio parlarvi di un libro che amo moltissimo “Autobus per il paradiso” di Leo Buscaglia.
L’autore, Leo Buscaglia, un californiano di origine italiana, era un docente all’università della California, insegnava pedagogia e trattava corsi per imparare ad relazionarsi in maniera positiva con gli altri per vivere la vita con più serenità e gioia.

Ha scritto altri 5 libri, tra cui “La via del toro”, che sono diventati best seller internazionali.
Quello che mi ha sempre colpito nei suoi libri e in particolare in “Autobus per il paradiso” è la semplicità del linguaggio, adatto a tutti indipendentemente dagli studi e dall’estrazione sociale.

Infatti nonostante fosse un insegnante universitario, nei suoi libri utilizza un linguaggio molto semplice e al tempo stesso originale e accattivante, senza essere pesante o prolisso.

Nel libro insegna come inseguire la felicità apprezzando le gioie della vita quotidiana, come cucinare o fare qualcosa per gli altri cercando al tempo stesso di rivalutarsi come persone uniche e originali.

Lo scopo del libro è insegnare a vincere le frustrazioni e a sapersi adattare alle situazioni e ai problemi che la vita inevitabilmente pone nella quotidianità, cercando di apprezzare quello che offre la vita e le persone che ci stanno accanto.

I temi trattati sono suddivisi in capitoli, come dignità, vincere le frustrazioni, piante e animali, apprendimento, l’immedesimazione, comunicare, donare e molti altri.
Naturalmente uno dei capitoli che mi hanno colpito maggiormente è quello sugli animali e le piante, dove spiega come il rapporto con gli animali domestici e le piante possano essere un valido aiuto a raggiungere la serenità e a colorare e riempire di gioia la vita, riducendo lo stress e prolungando la vita.

Un libro da leggere tutto d’un fiato, con consigli semplici e alla portata di tutti, perché a volte sono le cose che stanno davanti ai nostri occhi le più difficili da vedere.
Quando mi sento giù di morale, rileggo il libro e mi sento meglio.

Magari un autobus per il paradiso è difficile da trovare, ma forse basta una bicicletta!

Scritto da