Come combattere l’influenza stagionale

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

febbre e influenza, rimedi naturaliL’inverno ormai è alle porte, così come il Natale e le feste dell’Ultimo dell’anno, ma come tutti gli anni l’influenza è in agguato.
Cosa fare nel caso si incominci ad avvertire i primi sintomi influenzali come tosse, mal di gola e dolori alle ossa?
La prima cosa da fare è cercare di stare coperti ed evitare le correnti d’aria che potrebbero peggiorare la situazione, evitare i luoghi affollati e magari provare a bere un pò di latte caldo con della salvia per alleviare la tosse e il mal di gola almeno.
Rafforzare le difese immunitarie dovrebbe essere la parola d’ordine per evitare i malanni di stagione, quindi si può fare una bella cura con la propoli,il polline ed erbe rinforzanti come l’ortica ricca di minerali e vitamine e mangiare tanti aranci o frutta ricca di vitamina C.

Se nonostante le cure rinforzanti temete proprio di aver preso l’influenza i rimedi della nonna sono sempre i migliori, quindi prima di utilizzare delle medicine e nel caso di febbre bassa a volte sono sufficienti delle tisane o dei suffumigi fatti con acqua calda e erbe o oli essenziali.

Le erbe da utilizzare per le inalazioni con il vapore sono molte, ma le più usate sono sicuramente il timo, la lavanda e l’eucalipto che con il loro profumo aromatico aprono le vie respiratorie e danno un rapido sollievo.
Anche il bicarbonato nell’acqua calda può essere utile nel caso di tosse, sinusite e raffreddore per fare dei suffumigi e respirare meglio.

Per affrontare il mal di gola puoi utilizzare l’aromaterapia mescolando 9 gocce di olio di sandalo, 9 di salvia e 7 di zenzero massaggiando il torace e il collo con movimenti circolari e avvolgendo il collo con un asciugamano in modo che gli oli siano assorbiti bene o fare dei gargarismi con 2 gocce di olio di malaleuca e 2 di sandalo diluite in un bicchiere d’acqua o semplicemente con del limone che uccide tutti i batteri perchè è un potente disinfettante naturale.

Per l’influenza anche i decotti e gli infusi possono essere dei validi alleati.
Potete ad esempio mettere in un pentolino mezzo litro d’acqua e fare un decotto con 50 grammi di foglie e radici di verbena, un infuso con 20 grammi di foglie di angelica o con 50 grammi di camomilla o 15 grammi di eucalipto da bere 2 o 3 volte al giorno magari dolcificando con del miele.

Gli oli essenziali come l’albero del té, il timo, l’arancio, il cipresso e la lavanda, si possono mettere nei diffusori ambientali di profumo per disinfettare le stanze e farvi respirare meglio oppure utilizzarli per disinfettare le superficie ed evitare contagi.

La verbena soprattutto è ottima per purificare gli ambienti, mentre l’eucalipto con il suo profumo di bosco aiuta sicuramente a respirare meglio.
Per chi crede nella cristalloterapia anche le pietre possono essere di aiuto soprattutto quelle che agiscono sul IV e V chakra, associati alla respirazione e alla gola

L’agata ad esempio aiuta a eliminare le tossine e ad affrontare con maggiore energia l’influenza, l’amazzonite apre il naso e la gola favorendo la respirazione, mentre i lapislazzuli donano energia al chakra della gola aumentando la forza e la vitalità personale.