Come fare con metodi naturali i riflessi sui capelli

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Bruna, rossa o bionda? Meches per tutte

Non ti piacciono più i capelli e vuoi dare dei leggeri riflessi senza andare dalla parrucchiera?
Se sei bruna o castana scura e vorresti dei leggeri riflessi blu puoi bollire per dieci minuti una manciata di fiori e foglie di malva, lasciarli macerare una notte e la mattina successiva stendere poi il composto di fiori e foglie sull’intera lunghezza dei capelli coprendo con un asciugamano. Dopo un’ora puoi togliere l’asciugamano e sciacquare bene i capelli con l’acqua in cui avevi fatto macerare la malva.
Se invece sei castana chiara e vuoi avere dei riflessi biondi puoi montare un tuorlo con olio d’oliva e qualche goccia di limone, stendere il composto su tutta la lunghezza dei capelli e lasciar agire per almeno un’ora, lavando poi i capelli con uno shampoo per capelli chiari lucidante.

L’hennè, amico delle chiome

Per cambiare il colore dei capelli in modo naturale invece puoi utilizzare l’hennè, anche se essendo naturale non ha lo stesso effetto coprente di un colore fatto dalla parrucchiera, quindi ovviamente una mora non può diventare bionda perché con l’hennè non si riesce a schiarire i capelli ma solo a scurirli o al limite a farli diventare rossi, anche se bisogna osservare alcune regole.
Prima di tutto mai usarlo se si ha già una colorazione sopra fatta dalla parrucchiera perché si rischia di ottenere colori strani.
Ad esempio a una mia amica i capelli sono diventati verdi perché aveva mescolato delle colorazioni quindi, niente pasticci per carità, guardate sempre sulla confezione dell’hennè per verificare il colore dei vostri capelli e le possibili colorazioni oppure chiedete all’erborista eventualmente piuttosto che rischiare un verde o un’arancione o altri colori strani.
L’hennè, è rinforzante quindi non li danneggia, ma a volte rende i capelli un pò stopposi, quindi quando li lavate usate sempre un balsamo per ammorbidirli e magari una tazzina di aceto mescolata con l’acqua nell’ultimo risciacquo per renderli più lucidi e far durare il colore di più.

Scritto da