Come si conservano le piante officinali

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

In estate è facile avere delle belle e profumate foglie o fiori di piante officinali e rustiche come la salvia, il rosmarino, la melissa, il basilico e altre piccole pianticelle che riescono a vivere e a crescere facilmente nel giardino e nell’orto.

Quindi tutti i giorni è possibile in caso di necessità raccogliere ramoscelli o fiori profumati e utilizzarli per aromatizzare arrosti, ricette sfiziose, insalate o semplicemente per fare delle tisane digestive o dissetanti.

In inverno però il freddo e il gelo a volte rendono inutilizzabili le foglie di queste piantine.
Come conservare allora le foglie e i fiori in modo da poterli utilizzare anche nella stagione fredda mantenendo il loro aroma e profumo?

Ci sono 3 metodi principali:il congelamento, l’essiccazione e la conservazione sott’olio.

Il congelamento è adatto soprattutto a basilico, prezzemolo e menta che possono essere lavati, asciugati bene, triturati, messi in una vaschetta e congelati. in caso di necessità si possono scongelare e utilizzare per insaporire i vostri piatti.

Le piante officinali come la profumatissima lavanda, il timo serpillo,la rinfrescante menta, i fiori e le foglie della bellissima passiflora, il solare iperico e molte altre possono essere essiccate facendo dei mazzetti e appendendoli all’ingiù durante il periodo di raccolta e poi conservate in vasetti di vetro o in sacchetti di carta.

Anche l’alloro, la menta, il rosmarino e l’origano possono essere essiccate. Dell’origano si possono essiccare i semi che conservano il profumo e donano un aroma molto forte se messi nel sugo al pomodoro.

La conservazione sottolio invece può essere utilizzata per basilico e prezzemolo lavando e asciugando bene le foglie, mettendole in un barattolo e poi coprendo il tutto con dell’olio extravergine di oliva.

In questo caso se si mettono poche foglioline dentro l’olio extravergine d’oliva si ottiene un olio profumato e gradevole adatto a insaporire numerosi piatti.

Con questi metodi potrete del profumo e del sapore di queste meravigliose piante ricordando l’estate e il sole anche nelle gelide giornate invernali.

Scritto da