Come si premono correttamente i tasti del pianoforte

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Bimba al pianoforteCiao e benvenuto in questo articolo dedicato al pianoforte, in particolar modo a come posizionare correttamente la mano sulla tastiera per poter premere i tasti bianchi e quelli neri nel modo giusto per suonare il pianoforte.

In questo articolo inoltre ti darò dei consigli per non avere dolori alle articolazioni del polso e del braccio mentre suoni e dopo.

Innanzi tutto ci si siede sullo sgabello davanti al pianoforte e si prende la posizione corretta. Ci si posiziona solo su una parte dello sgabello quella più vicino al pianoforte. Quindi non si dovrà coprire tutta la sua superficie.

I piedi vanno davanti, sotto i pedali, mai sotto lo sgabello e la schiena è non è rigida, è leggermente incurvata verso la tastiera.

Se non si tiene questa posizione nel suonare il pianoforte, si può incorrere al nascere di fastidi che possono essere portati avanti nel tempo.

Si porta con naturalezza la mano sulla tastiera e si prende la posizione corretta. Essa deve essere come se si prendesse una pallina da tennis, quindi leggermente arcuata.

Importantissimo: sono i polpastrelli che toccano i tasti e non le falangi. Può succedere che le falangi servano per suonare i tasti neri, ma questo merita un articolo a parte. Questo è il modo corretto di posizionarsi per poter suonare il pianoforte al meglio.

Ora, una volta trovata la posizione corretta della mano, vediamo qual è la procedura per premere il tasto nel modo corretto.

La mano rimane ferma, e segue in linea la posizione del polso, quindi essa non deve essere né più alta né più bassa del polso stesso. Esattamente sulla stessa linea.

Si alza leggermente il dito, solo quello, e si lascia cadere per percuotere il tasto. All’inizio, soprattutto chi ha appena iniziato a suonare il pianoforte, avrà poca forza nelle dita. Questo è assolutamente normale.

Per cui potrebbe succedere che abbassando il dito non si senta alcun suono. Se suoni il pianoforte e succede anche a te sappi che è perfettamente normale.

E’ importante che si usi solo ed esclusivamente la forza del dito. Per cui se il dito ha poca forza, inevitabilmente il suono sarà più debole.

La cosa più importante, specialmente all’inizio quando si impara a suonare il pianoforte, è lavorare sul rinforzo delle dita.

Per questo motivo è molto importante considerare ora gli errori da evitare mentre stai studiando pianoforte.

Uno di questi è cercare di “farsi aiutare” dal polso per suonare il tasto che il dito non riesce a premere perchè non ha la forza necessaria.
Questa è la cosa più importante da evitare anche per non rovinare i tendini del braccio, che peraltro sono delicatissimi.

Per concludere ecco alcuni consigli per evitare errori comuni che potrebbero anche compromettere il tuo studio del pianoforte:

1. non irrigidire il polso
2. non irrigidire il braccio
3. per premere i tasti usare solo la forza del dito e non quella del braccio
4. riposarsi se ci si sente stanchi
5. cercare sempre di rinforzare le dita con esercizi mirati
6. non stare ore e ore a ripetere dei passaggi che non vengono, potrebbe essere la stanchezza
7. non mettere mai i piedi sotto lo sgabello quando si suona

Una piccola considerazione finale. A volte si sbaglia mentre si suona perchè, come dicevo sopra, si è stanchi e solo per questo motivo. Per cui conviene sempre smettere se accade questo.

Grazie per la tua attenzione e a presto!

Cristina