Dimagrisci in 2 giorni con la dieta antinfiammatoria

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

alimentazione e dieta disintossiccantePancia gonfia? Metabolismo lento? Fatica a dimagrire e rotolini di ciccia sui fianchi? A volte dipende solamente da alcuni cibi che sebbene siano sani e naturali, bio e senza additivi o coloranti, possono tuttavia infiammare l’intestino e intossicare il corpo, che non li riconosce più (una specie di allergia insomma, ma con sintomi più leggeri e sfumati).

In caso di infiammazione dovuta al cibo il corpo reagisce trattenendo i liquidi e provocando gonfiore addominale. Bastano a volte pochi giorni per disintossicare l’intestino e tornare alla normalità e alla “pancia piatta“.

I cibi da evitare in caso di infiammazione

I cibi che possono mettere in allerta il sistema immunitario, che produce quindi anticorpi, citochine e altre sostanze infiammatorie, sono molti. Il problema spesso però nel caso di infiammazione non è il tipo di cibo o il singolo alimento, ma il suo eccesso e il consumo giornaliero.

I cibi, che possono diventare una minaccia nel mondo occidentale e provocare gonfiore addominale, sono stati identificati (secondo le ultime ricerche in tema di alimentazione e dieta) in tutti gli alimenti che contengono glutine come i cereali (in particolare il frumento), i lieviti e tutti i prodotti da forno come il pane e la pizza, il latte e tutti i suoi derivati. In Oriente prevalgono invece il riso la soia e il pesce, consumati tutti i giorni in grandi quantità.

Come fare una dieta disintossicante e ridurre l’infiammazione

Per ridurre l’infiammazione non è necessario eliminare del tutto dalla dieta i cibi che consumiamo regolarmente, l’importante è rieducare il corpo agli alimenti incriminati facendo piccoli passi alla volta e alternare il cibo in modo da recuperare al corretta funzionalità dell’intestino e dell’apparato digerente. Bastano spesso anche solo 2 giorni senza lieviti, latticini e frumento per ritornare in forma, eliminare il gonfiore addominale e ridurre il grasso che si è accumulato a causa delle calorie in eccesso. Negli altri giorni della settimana la dieta deve essere varia ma senza eccessi.

In una dieta disintossicante  è bene non dimenticarsi mai di bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, mangiare lentamente e fare sport. Frutta e verdura non devono mai mancare in tavola: la frutta in particolare deve essere di tutti i colori, fresca e di stagione. Anche le tisane (con tarassaco e ortica ad esempio) possono aiutare nell’impresa che tutto sommato non è poi così ardua.

Il motto deve essere quindi: “non esagerare”, ma variare e colorare la tavola!

L’articolo è finito, se vuoi puoi leggere anche altri post sul benessere e la dieta o articoli interessanti come: