Dolci per Ognissanti e Halloween:l’Attorta in Umbria

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Italia è ricca di dolci tradizionali di Ognissanti e anche l’Umbria non fà eccezione e riprende ricette tradizionali che arrivano addirittura dagli antichi umbri e dalla storia longobarda, come l’Attorta o Rocciata, un dolce natalizio, colorato di rosso con l’alkermes e decorato con granelli di zucchero e confetti.
L’impasto è fatto con farina bianca, uova, olio extravergine di oliva, zucchero e rum o alkermes. La sfoglia poi è farcita poi con mele semi selvatiche, noci tritate, pinoli, cioccolato fondente, cedro candito, fichi secchi, farina, zucchero e semi di anice.
L’alkermes con cui è preparata l’Attorta è un distillato di origine fiorentina fatto con erbe officinali, chiodi di garofano, noce moscata, semi di coriandoli e petali di rosa.
Numerose sono le varianti per questo dolce che si pensa fosse dedicato al Dio Hondo Cerfio, un’antica divinità umbra e che ora viene venduto e mangiato in autunno soprattutto nel periodo di fine ottobre per la festa di Ognissanti e a Natale.
La ricetta per la variante salata comprende infatti cavoli ripassati in padella o erbe campagnole, spinaci e uva sultanina.
L’Umbria è ricca di tradizioni e prodotti enogastronomici, di cultura e storia mostrata anche in numerosi musei dedicati ai prodotti locali come il Museo dell’Olivo e dell’Olio a Torgiano, il Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte a Marsciano o i numerosi musei dedicati al vino.

Scritto da