Le fragole, elisir di bellezza!

fragole
Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

fragoleQuante volte lo sentiamo raccomandare da medici ed esperti del settore: verdura e frutta debbono essere alla base della nostra alimentazione quotidiana, a cui bisogna garantirne almeno cinque porzioni ben dislocate durante le ventiquattro ore.

In particolare è la frutta ad essere spesso presa in esame per tutte le qualità positive che racchiude: ogni frutto è un piccolo scrigno di tesori a sé stante, ciascuno è ricco di un determinato principio nutritivo, ma tutti assicurano comunque le vitamine ed i sali minerali essenziali.

Addentrandosi nel grande universo in questione e parafrasando un noto proverbio si può tranquillamente affermare che “rosso ogni giorno bellezza si spera!”.

Di cosa si parla? Di uno dei frutti più sani in assoluto: la fragola.
Appartenente alla famiglia delle piante del genere Fragaria, per essere precisi è necessario sfatare un falso mito che la riguarda: la fragola di per sé non è un frutto puro, ma aggregato, in quanto ricettacolo ingrossato di un’infiorescenza. Il vero frutto è rappresentato dai numerosi semini gialli (cosiddetti acheni) che appaiono sulla sua superficie!

La fragola è diffusa nei boschi di Europa (soprattutto nelle zone alpine), Asia ed America; a seconda delle varietà, nascono in diversi periodi dell’anno: alcune fragole essenzialmente in autunno; altre generano con continuità dalla primavera fino all’autunno.

Nel corso dei decenni tale frutto è stato spesso sottoposto a ricerche e sperimentazioni, in particolare da parte dell’Usda (United States Department of Agricolture) che attualmente l’ha inserite nella classifica dei cibi da dover consumare per assicurarsi un notevole rallentamento dell’invecchiamento sia fisico che biologico!
La fragola del resto ha caratteristiche che inevitabilmente le garantiscono suddetta collocazione: è poco calorica (un etto di fragole apporta appena 38 kcal!), contiene poco sodio (solo 2 mg per etto) ed esercita quindi una discreta azione depurativa per l’organismo, combattendo anche la ritenzione idrica spesso legata proprio all’abuso di sodio.

Ma non finisce qui…

Le fragole infatti abbondano in tannini, flavonoidi ed antociani, tutte sostanze dal forte potere antiossidante, in grado di combattere alacremente contro i tanto odiati radicali liberi, fautori del precoce invecchiamento cellulare.
Aiutano nei casi in cui è necessario perdere peso, in quanto contengono molti enzimi utili ad attivare il metabolismo dei grassi.
Sono ricche di fibre, preziose per la regolarità intestinale, nonché per diminuire l’assorbimento di zuccheri in eccesso e contengono una dose importante di Vitamina C che favorisce l’assorbimento del ferro (utile per la riproduzione dei globuli rossi e per l’attività muscolare) e la produzione di collagene (proteina atta a prevenire rughe e cellulite).
Inoltre le fragole hanno la capacità di salvaguardare la salute dentale, garantendone il bianco e la protezione naturali.

E’ fondamentale, per poter usufruire al meglio di ogni qualità sopra descritta, saper scegliere le fragole migliori al momento dell’acquisto:
è bene comprarne quando sono di stagione e preferibilmente derivanti da coltivazione italiana;
debbono presentare un colore rosso intenso ed il picciolo ben aderente al frutto;
nel caso si opti per quelle in vaschetta è consigliato controllare che non ve ne siano di ammaccate e soprattutto ammuffite; la muffa in breve tempo può espandersi al resto dei frutti.

Per “pubblicizzare” cotanto oro rosso, è decisa l’azione mediatica che cerca di farlo conoscere all’interno di trasmissioni televisive idonee, mediante articoli approfonditi su riviste e giornali, ma anche tramite azione diretta tra i più giovani, ad esempio con l’introduzione in molte scuole italiane e non solo, di distributori automatici di frutta fresca, tra cui appunto anche le fragole!
In tal modo sarà possibile far apprezzare a tutti la ricchezza che la natura ci regala e far comprendere che basta pochissimo per essere certi di vivere in salute e per lungo tempo!

Scritto da Valentina Lizza