Come interpretare i sogni

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Da sempre l’uomo ha cercato di interpretare i sogni per svelare i misteri della sua anima, le sue paure ancestrali o prevedere il futuro.
Nelle antiche civiltà presso i popoli dell’America Latina o gli Indiani del Nord America il sogno spesso era visto come la visione interiore dell’essere, come una premonizione, un viaggio verso mondi paralleli e sconosciuti, oppure un segnale dato dagli animali totem, gli spiriti guida che accompagnano ogni persona.
Anche oggi gli sciamani e i capi spirituali delle tribù indiane utilizzano gli animali totem nella loro vita e nel loro lavoro.

A seconda dell’animale che compare nel sogno viene interpretato il futuro, il presente o rivisto il passato con occhi diversi, a volte anche in modo differente da tribù a tribù, a seconda del significato che poteva avere un animale totem nella cultura locale.
Quando compare in sogno un animale o durante una visione spesso porta un messaggio o un consiglio, una rivelazione o un avvertimento, ma non sempre è chiaro, anzi molte volte è molto offuscato come messaggio.

Molto spesso l’apparizione di un animale totem o spirito guida o spirito guardiano porta un aumento del potere personale o delle capacità medianiche, ma non sempre.
Ad esempio il coniglio può portare amore, fertilità e abbondanza, ma anche consigliare cautela nell’affrontare un problema; il corvo e la cornacchia normalmente portano un aumento di potere dello sciamano, magia, mistero, esplorazione interiore ma anche notte e buio.

Spesso gli sciamani si servono dei sogni per fare presagi sul futuro oper vedere con gli occhi della mente luoghi lontani o persone scomparse, risolvere misteri o semplici problemi quotidiani.

Per interpretare i sogni bisogna conoscere bene i simboli, le realtà oniriche ma anche la propria psiche e la situazione personale per fare un lavoro di introspezione e visione interiore.
Molti psicoanalisti, come Freud con la sua “Interpretazione dei sogni” che ha posto le basi della psicoanalisi, hanno cercato e cercano tuttora di interpretare i sogni e l’attività onirica per capire meglio i pazienti e i contenuti inconsci della psiche, i loro desideri inibiti o le paure.

Molti libri sono stati scritti sull’argomento, su come pilotare i propri sogni o come interpretarli per conoscere meglio la realtà, l’inconscio e il proprio io interiore.

Il sogno da sempre è stato il magico confine tra la realtà vissuta durante il giorno e l’oblio e il mistero della notte, il velo che cela realtà nascoste e sconosciute, il mezzo per allontanarsi dalla realtà fisica e terrena per arrivare in nuovi mondi e nuove dimensioni, come raccontato dal famoso sciamano don Juan al suo apprendista discepolo Carlos Castaneda nei suoi numerosi libri sullo sciamanesimo e la magia del popolo messicano che attinge a forze arcane e energie sconosciute alla maggior parte delle persone.

Libri consigliati per approfondire:
Totem personale come trovare il proprio spirito guida.
L’arte di sognare di Carlos Castaneda.