La bellezza e l’importanza delle nebulose planetarie

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Le nebulose planetarie sono sena dubbio tra gli oggetti più affascinati, colorati e intriganti del cosmo. Il loro studio è importante per capire la formazione, la storia e l’evoluzione chimica dell’universo.
Possono avere varie forme, colori e composizione chimica anche se le più comuni sono quelle sferiche e le bipolari che emettono in 2 direzioni opposte dei getti di gas.

Le bipolari sono importanti perché sono ricche di elementi pesanti come il neon, un elemento chimico che si forma con l’esplosione di stelle chiamate supernove.
Il neon non era presente nei primi stadi di formazione dell’universo.
Questo indica che le stelle che hanno dato origine alle nebulose sono nate di recente in una zona dell’universo dove ci sono state queste esplosioni.

Lo studio di questi oggetti nella Nube di Magellano è facilitato dal fatto che sono tutti alla stessa distanza e quindi è più semplice confrontare la forma, le dimensioni e la luminosità della stella centrale.
Inoltre, le stelle delle nebulose planetarie sono grandi produttrici di carbonio, un elemento essenziale per lo sviluppo della vita.

Studiando la Nube di Magellano in queste zone di recente formazione è possibile comprendere meglio come si è formata la nostra galassia, il sistema solare e la vita sulla Terra.
Nella nostra galassia sono conosciute circa 1300 nebulose planetarie e tra queste spiccano nella costellazione del Sagittario la Saturn Nebula e la Helix Nebula, nella costellazione del Dragone la Nebulosa Occhio di Gatto, nota perla sua forma a occhio e per la varietà di colori.

Una delle Nebulose più famose e studiate è certamente la Nebulosa Anello con colori che variano dal blu della stella centrale al rosso del gas negli strati più freddi ed esterni.
La varietà di colori e forme di questi oggetti celesti da sempre appassiona l’uomo e rende l’universo uno scrigno di tesori ancora non completamente scoperti e velati di mistero.

Scritto da