La dieta contro le smagliature

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

dieta contro le smagliatureLo specchio. Nemico\amico di ogni donna.
Con lui da sempre vige un rapporto di amore ed odio e solo lui è in grado, in pochi minuti, di aspirare in un vortice di rassegnazione e tristezza per la propria forma fisica!
Del resto è lui che, come un boia al patibolo, mette in evidenza l’amarezza del destino di quasi tutte le donne, fatto di accumuli di cellulite, tessuto adiposo in eccesso, ma soprattutto smagliature!
Nonostante tutto mai perdersi d’animo!

Cosa sono le smagliature

E’ necessario contrastare il tempo che passa e tutte quelle situazioni che portano la donna a combattere contro il brutto inestetismo cosiddetto delle “strisce rosse” (scientificamente strie atrofiche) che si manifesta quando gli strati superficiali dell’epidermide sono sottoposti ad un’improvvisa tensione ed il tessuto elastico cede annullando l’azione dei fibroblasti, le cellule principali del connettivo.
La smagliatura è quindi una vera e propria frattura del derma, dovuta ad una scarsa elasticità tissutale.

Per combatterla basta veramente poco: pazienza e costanza nella cura del corpo sotto tutti gli aspetti, dall’applicazione di cosmetici adeguati, alla scrupolosa attenzione a tavola, il tutto condito da una sana dose di attività fisica.
Sembrano i soliti consigli triti e ritriti?
Vi sbagliate!

Curare una smagliatura significa renderla il più possibile meno evidente, considerando lo stadio di sviluppo della stessa nonché la sua estensione.

Come curare le smagliature anche a tavola

Il momento migliore per trattarla è durante la fase infiammatoria (quando la zona interessata è di colore rosato), mediante una buona crema elasticizzante o un trattamento urto in fiale.
Quando la smagliatura è già bianca, la situazione è più complicata ed è necessario l’intervento della medicina estetica, la quale ricorre prima di tutto a peeling esfolianti, poi a laser terapia e a biorivitalizzazione.
Quest’ultima consiste in micro iniezioni di principi attivi all’interno degli strati profondi dell’epidermide che, essendo a lento rilascio, hanno effetto a lungo termine.

Ovviamente, come nota frase afferma, prevenire è meglio che curare!
Per questo è bene dedicarsi allo sport con regolarità, controllare il peso corporeo, idratare e tonificare la pelle usando prodotti specifici mattina e sera.

Per quanto riguarda le accortezze a tavola la prima regola da ricordare è di non seguire diete dall’inutile effetto yo-yo, caratterizzato dal dimagrire ed ingrassare in maniera repentina e continuamente altalenante.
Questa è infatti una delle cause principali della formazione di smagliature, che può essere evitata seguendo un’alimentazione ricca di acidi grassi omega 3 e 6 atti al mantenimento di una pelle tonica ed elastica.
Gli alimenti ricchi di tali grassi sono il pesce azzurro (sardine, sgombri, alici), l’olio extravergine di oliva e di semi, lo yogurt e le proteine del latte.
Importanti in questo senso sono anche le vitamine, i Sali minerali e le proteine che stimolano le cellule a rinnovarsi e donano compattezza ai tessuti. Quindi via libera a frutta (in particolare agrumi e kiwi), verdura e legumi.

Rimedi della cosmesi alle smagliature

Riguardo invece ai cosmetici, i più adatti a contrastare le odiate strie sono quelli contenenti estratti vegetali (per esempio di alghe o di empetro) che stimolano la produzione di collagene e prevengono la formazione di altri inestetismi; quelli ricchi di oli essenziali (come l’olio di tamanù o l’olio di mandorle dolci) in grado di migliorare l’elasticità cutanea smorzando la visibilità delle strie già presenti; infine esistono come sopra accennato, dei trattamenti d’urto ricchi in flavonoidi e tannini ed atti alla continua sintesi di nuove fibre di elastina e collagene con la conseguente riduzione della smagliatura soprattutto se in fase infiammatoria.

Scritto da Valentina Lizza

L’articolo è finito se vuoi puoi leggere anche: