L’accessibilità dei siti web e il contrasto dei colori nei templates

Seo e motori di ricerca
Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

SeoIl web si è sviluppato enormemente in questi ultimi anni consentendo alle persone di comunicare in modo istantaneo tra di loro e allo stesso tempo condividere passioni, hobby e molto altro ancora.

Ma una delle cose più utili sono sicuramente i servizi legati alla pubblica amministrazione che tramite i suoi portali informativi è sempre più vicino alla gente comune e può offrire una valida alternativa all’ufficio tradizionale.

Tutto questo deve essere possibile per tutti gli utenti di internet anche per le persone che potrebbero avere difficoltà di vista o altri problemi legati allo sviluppo e quindi all’accesibilità delle varie applicazioni legate ai singoli servizi offerti.

Sono state create così delle regole dettate dal WC3 e dalla Legge Stanca che disciplina le modalità e gli standar dei siti e portali web in modo da poter garantire pari opportunità di accesso a tutti.

Sono state fatte delle norme ad esempio che riguardano i colori e il contrasto che si crea ad esempio tra un testo e lo sfondo oppure delle regole per il codice sorgente delle pagine, o infini regole per l’accesibilita delle persone che possono utilizzzare solo la tastiera.

La conseguenza di questo è stata la creazione e lo sviluppo di programmi per il controllo dei siti come ad esempio Color Contrast Analyst che verifica la luminosità e il contrasto cromatico per aiutare a sviluppare siti accessibili a chi ha problemi di daltonismo.

Tutto questo tenendo conto sempre della necessità di validare il codice sorgente e verificare l’usabilità e accessibilità attraverso l’utilizzo di vari broser sia grafici che testuali o attraverso i dispositivi mobili.

Un altro problema che si pone per l’accessibilità è l’utilizzo di javascript per i link, delle animazioni e del flash.

Per avere un sito accessibile è buona norma cercare di creare nel caso di Flash pagine sostitutive in html, inserire sempre il tag alt nelle immagini e nelle animazioni gif, cercare di limitare i menu in javascritp e utilizzare sempre il tag title nelle ancore testuali.

Per quanto riguarda il sonoro abbinare una breve descrizione utile per chi ha problemi di udito.

In generale fare un sito che sia raggiungibile dalla maggior parte delle persone che navigano con i diversi dispositivi.