L’alimentazione perfetta per il Sagittario

il sagittario a tavola
Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

il sagittario a tavolaDi per sé il segno del sagittario non è esigente o pignolo e ricalca questo suo pregio anche nell’ambito dell’alimentazione quotidiana. A tavola quindi tende sempre ad accontentarsi senza problemi, relativamente a qualità e dosi del cucinato. Diversamente si comporta con la varietà del cibo stesso: il sagittario, come in tutte le cose, ama variare spesso; è molto improbabile che si senta soddisfatto a seguire menù monotoni a lungo termine.

Generalmente le persone nate sotto questo segno, più che dagli alimenti stessi, sono stimolati dalle vicissitudini che vanno a crearsi attorno ad essi: si pensi a tavolate divertenti, che il sagittario vive con molto trasporto grazie alle sue doti di socievolezza ed empatia.

Il sagittario non ama cucinare per sé stesso, ma adora farlo per gli altri al fine di creare allegri raduni in compagnia. Il pasto ideale di un sagittario è per lo più riassumibile in un primo ben elaborato, seguito da un secondo più semplice che alleggerisce dalla prima portata e per finire in bellezza da un buon dolce, il tutto obbligatoriamente da variare ad ogni occasione; d’altronde è tipico del sagittario annoiarsi con facilità e ciò non cambia neanche in fatto di cucina!

I cibi che rappresentano il sagittario

Entrando più nello specifico nell’alimentazione del “sagittarius” è possibile comprendere subito come sia facile soddisfarne il palato, apprezza infatti la maggior parte degli alimenti, anche se considerando temperamento e personalità ne esistono alcuni che maggiormente lo rappresentano.

Tra le verdure, molto apprezzate dai sagittari, vanno per la maggiore quelle di più facile conservazione, generalmente autunnali, quali il cavolfiore, la verza, le barbabietole, l’insalata rossa, le carote e la lattuga. Un altro contorno per cui il sagittario impazzisce è il formaggio, qualsiasi sia la tipologia, la forma o il sapore che lo contraddistingue! Non sorprende che un segno così attivo ed energico sia portato ad amare cibi dal sapore forte ed altrettanto vitale.

Per quanto concerne le carni, il sagittario predilige quelle bianche, facilmente digeribili, ad esempio la vitella, il coniglio e tutto il pollame. Poche ma saporite le carni rosse che lo rappresentano: agnello, maiale e manzo. Il sagittario però ama assimilare proteine anche dal pesce, che sceglie solo se di origine prelibata ed elevata; quindi via libera alla sogliola, alla trota e al merluzzo. Per un pasto ittico più particolare offrite al sagittario dei crostacei e l’avrete sicuramente vinta! Anche i condimenti sono dettagli che il nostro segno protagonista non sottovaluta assolutamente: perfetti il prezzemolo e la salvia, soprattutto perché sono ottimi stimolanti per il processo digestivo.

Descritti i secondi tipici del segno del sagittario, non si può fare altro che descrivere la frutta più amata dallo stesso, in genere quella più ricca di Vitamina C come i pompelmi, le arance, i mandaranci, i mandarini, i limoni e i melograni. Molto amati anche i frutti prettamente zuccherini, ossia pere, mele e banane (non a caso è uno dei segni più gentili e dolci dello zodiaco!). Dulcis in fundo, il sagittario ama innaffiare qualunque portata scelga con un buon vino, rosso nello specifico, che ama selezionare come un vero intenditore.

Scritto da