Le perle del drago verde di Lisa See

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

le perle del drago verdeI lettori appassionati di romanzi etnici rimarranno piacevolmente intrigati dal nuovo libro di Lisa See “Le perle del drago verde” che è il proseguo de “Le ragazze di Shangai”. Apprezzo molto Lisa See avendo letto tutti i suoi libri mi sono fatta un’idea precisa del suo modo di scrivere che è fluente, interessante ed anche coinvolgente ma si sa ormai io sono attratta da tutto ciò che mi parla di altri mondi, di altre culture e di luoghi o tempi remoti. Sono proprio i dettagli curati della narrazione e le atrmosfere così vive e ritratte in modo così realistico la caratteristica che più affascina di questi romanzi.

Nel primo libro, se dunque ve lo siete perso o non ve lo ricordate, ci trovavamo in Cina verso la fine degli anni Trenta più precisamente a Shangai, le protagoniste sono Pearl e May due ragazze che vivono in una casa agiata con la madre il padre ed i domestici. Sono inoltre due modelle che posano per ritratti pubblicitari e dunque non conducono la classica vita delle altra adolescenti orientali perennemente recluse senza possibilità alcuna se non quella del matrimonio. Almeno così pensavano finchè non scoprono d’esser state vendute come mogli per saldare i debiti di gioco del padre. Le due dovranno sposare due fratelli cinesi che vivono a Los Angeles dunque dovranno imbarcarsi e prendere il mare. Rassegnate al destino le due ragazze accompagnate dalla madre ben presto devono fuggire dalla loro casa e dirigersi verso Sud, verso il porto ed ecco il primo ostacolo: gli attacchi dei giapponesi che imperversano nella Cina distruggendo, razziando e uccidendo. Proprio una notte i giapponesi sorprenderanno le due sorelle e la madre nascoste in una capanna loro appoggio durante la fuga verso il mare. Per una delle due sorelle la vita non sarà più come prima. Così riescono ad imbarcarsi ed a raggiungere Los Angeles dove non solo si ritrovano ad essere considerate poco meno di niente ma una delle due ha anche partorito il figlio di un altro uomo e non desiderandolo lo affida alla sorella che non può averne…

Proprio questo figlio, anzi figlia Joy, è la protagonista del nuovo romanzo. Joy è un adolescente che sogna la libertà, convinta che la Cina sia una grande nazione ed il suo futuro guarda sua madre come un passato obsolento con cui non vuol avere nulla a che fare. Joy scopre la verità sui suoi genitori, scopre di chi è realmente figlia e decide di partire perso il Paese dei syoi genitori per conoscere il suo vero padre. Ma ad attenderla nbon c’è quella Nazione che lei credeva un po’ Il paese delle meraviglie, ad attenderla c’è la Cina di Mao poichè dopo la partenza delle due sorelle i giapponesi hanno imposto il loro impero. Questa Cina prevede uomini piegati al potere, dileggiati, ubbidienti ed il padre di Joy non viene certo risparmiato, questi decide di partire per un piccolo villaggio seguito dalla figlia entusiasta. Qui lei s’innamorerà di un contadino e tenterà di scordare tutto ciò che è stato prima ma naturalmente Joy ha due madri dietro di sè che non desiderano altro che strapparla dalle grinfie della nuova Cina.

E voi, l’avete già letto? Diteci che ne pensate!

Scritto da