Magica lavanda:usi e costumi

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

lavanda officinale

La lavanda, una pianta magica e speciale, veniva utilizzata come profumo e come rimedio lenitivo antisettico dagli antichi, infatti nella tomba di Tutankhamon sono state trovate delle urne con balsami profumati che facevano parte del corredo funerario.

Gli antichi Greci la utilizzavano nei sacrifici, mentre i Romani usavano mettere dei rametti fioriti vicino ai letti per allontanare le zanzare e altri insetti.

Come profumo si diffuse soprattutto in Francia, la patria dei profumi e in Inghilterra nella contea del Surrey.

Come rimedio naturale contro le emicranie sotto forma di infuso era apprezzata dalla regina Elisabetta I che la beveva anche 10 volte al giorno e dalle donne nell’800 che la utilizzavano soprattutto contro l’ansia.

Questa straordinaria pianta che si può facilmente coltivare in giardino e non richiede grandi cure, ha molte virtù eproprietà curative:è sedativa, digestiva, antinfiammatoria, antireumatica, antimicrotica, cicatrizzante e balsamica.

L’olio essenziale ad esempio è molto utile per piccoli problemi respiratori e per placare improvvisi attacchi d’ansia o per rilassarsi dopo una giornata particolarmente stressante, basta mettere delle gocce nell’acqua e fare un bagno caldo.

Una ricetta molto semplice da preparare è l’oleolito di lavanda che si ottiene facendo macerare per 5 settimaneuna grossa manciata di fiori freschi in 750 ml di olio extra vergine di oliva tenendo il recipiente ben chiuso.

Una volta filtrato e messo in un vaso di vetro scuro, lo potete usare contro i pidocchi, la pelle impura e le punture degli insetti.

Una pianta che cura il corpo e lo spirito.

Scritto da