Malcom di Massimo Cuomo, il riscatto di una generazione

massimo cuomo malcom
Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

malcomIl romanzo rispecchia il dramma di una società senza certezze per il futuro, ma con la speranza ancora viva.
Marcello Zanzini, un giovane che si ritrova all’improvviso senza lavoro e senza fidanzata, davanti a un frigorifero vuoto, dopo aver toccato il fondo, cambia la sua vita grazie una misteriosa tessera telefonica che gli è stata data da un barbone.
La storia di Marcello, dei suoi amici (Pino e Tonno) e delle sue donne, rispecchia con un filo di umorismo, ma anche di sagacia le angosce e le difficoltà di una generazione che non ha più dei riferimenti ma spesso si trova in balia della corrente a dover affrontare la vita moderna.

Una storia a tratti esilerante,ma coinvolgente, che ha per protagonista un antieroe, un personaggio che alla fine sceglie i valori dell’amicizia e dell’amore lasciando da parte la gloria e la notorietà. Un racconto per chi non si scoraggia, per chi crede che anche nella notte più buia c’è sempre una stella e l’alba arriva prima o poi.

Un romanzo mai noioso, che parla al cuore, divertente, fresco, da leggere tutto d’un fiato per comprendere l’angoscia, la crisi d’identità, la ricerca dell’io e del riscatto. Una storia per dire no ai compromessi; che parla di libertà, di scelte giuste e sbagliate, con un lieto fine inaspettato dopo tante avventure strampalate e incontri di personaggi misteriosi, eccentrici, originali e divertenti al tempo stesso.
La generazioni dei trentenni che entra in crisi, incapace di comunicare nell’era del web e di internet, viene riscattata da una storia che parla di un antieroe.
Lo stile narrativo è semplice ma originale e senza fronzoli.

Scritto da