Come ottimizzare al meglio il tempo per studiare il pianoforte

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

imparare a suonare il pianoCiao e benvenuto in questo articolo nel quale desidero darti tre consigli indispensabili per ottimizzare al meglio il tempo che avrai a disposizione quando e se inizierai a studiare il pianoforte. Questi consigli sono utili anche a chi ha già iniziato a suonare da poco tempo.

Al giorno d’oggi le persone, e forse anche tu, hanno moltissime cose cui dedicarsi e spesso freneticamente, per questo motivo molte di loro non hanno la possibilità di dedicare neanche un momento ad una loro passione come potrebbe essere quella di imparare a suonare il pianoforte.

Credo fermamente che trovare il tempo per dedicarsi a ciò che si vorrebbe sia anche una questione di autodisciplina, per cui se desideri veramente imparare a suonare il pianoforte o non riesci proprio a dedicare più di tanto a questa passione ti consiglio di seguire queste linee guida.

1. Trova il tempo di studiare anche solo 10/15 minuti tutti i giorni

Se non riesci a ricavare questo piccolo spazio all’interno della tua giornata, ti consiglio di valutare bene se iniziare a studiare il pianoforte o meno.

Il fattore che in assoluto premia di più per l’acquisizione delle tecniche utili per imparare a suonare è la costanza.

Per farti un esempio pratico, se studi un’ora un giorno per cercare di recuperare tutto quello che non hai fatto nei sei giorni restanti della settimana, perderai solo tempo, e te lo dico per esperienza.

Nel caso non avessi la possibilità di studiare durante il giorno ti consiglio di valutare l’acquisto di una buona tastiera, coi tasti pesati per esempio, che abbia la dotazione delle cuffie in modo che tu possa studiare eventualmente di sera.

2. Ottimizza al meglio il tempo che hai per studiare il pianoforte

Questa ti può sembrare una frase scontata ma ti assicuro che non lo è affatto. Infatti a leggerla se ne capisce il significato e si è tutti d’accordo, ma nella pratica, se non si sa come fare, risulta essere una cosa non semplicissima da mettere in pratica.

Se per esempio hai 15 minuti a disposizione, cerca di suddividere il tempo per tutte le cose che hai da studiare.

Nel caso tu avessi da studiare due cose, come per esempio una scala e degli esercizi, fai circa sette minuti per ogni cosa.

Non solo, se hai qualche difficoltà nel mettere in pratica un certo tipo di tecnica, dedica un po’ più di tempo all’acquisizione di questa particolare tecnica.

Quindi il risultato sarà studiare per 10 minuti la tecnica che ti riesce più difficile e dedicare gli altri 5 minuti al resto. O addirittura, per un giorno, dedicarti solo a quel tipo di tecnica per rafforzarla e riuscire a studiare il pianoforte con più efficacia.

Naturalmente sto facendo solo un esempio, poi valuterai tu come impiegare al meglio il tuo tempo di studio.

3. Applica da subito e alla lettera i consigli dell’insegnante.

Quando dedichi il tuo tempo a studiare il pianoforte è importantissimo che tu segui alla lettera i consigli che il tuo insegnante ti ha dato durante la lezione.

In questo modo eviterai anche di fare ed acquisire errori che potresti portarti avanti nel tempo e assimilare. Sarà poi difficile correggere, specialmente per un adulto, questo tipo di errori.

Ti consiglio, infine, riguardo a quest’ultimo punto, di non prendere tue iniziative riguardo alla correzione degli eventuali errori perchè potrebbe risultare per te controproducente.

Cristina Regestro