Consigli di viaggio:cosa visitare a Parigi

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Parigi, la capitale della Francia, non è solo la Torre Eiffel, il Moulin Rouge, i Champ Elisee, il parco magico di Disneyland, la moda e la creatività dei grandi artisti e poeti, ma anche ottima cucina, musei, parchi naturali e quartieri dai mille volti, colori, profumi e cultura.

La creatività e l’ingegno dei Francesi si esprime in mille modi, nella gastronomia famosa in tutto il mondo, nell’architettura, nell’alta moda che a Parigi vive negli eleganti negozi e nelle passerelle.

Famosa è anche l’arte dei profumi tanto amati dai Francesi, la scienza e la botanica rappresentata dagli eleganti giardini e dai parchi cittadini e sopratutto dal quartiere chiamato “Jardin de Plantes”, (Il Giardino delle Piante), una parte della città fuori dal centro storico, meta insolita ma molto interessante per chi pensa di approfittare delle numerose offerte offerte last minute di questo periodo.

La zona è sempre stata una delle più tranquille, immerse nel verde e nella natura, caratterizzata dalla presenza dell’orto botanico, che risale al XVII secolo, ricco di piante e erbe officinali e dal Museo di Storia naturale.

Quello che rende più pulsante e vivo il quartiere è il colorito e chiassoso mercato che si svolge ogni giorno in Rue Mouffetard.

Tutto evoca il passato e l’atmosfera è tipicamente medioevale, ma alcune costruzioni sono in stile moderno come l’Istituto del Mondo Arabo.

La mescolanza di stili incanta il visitatore che si trova di fronte a palazzi neogotici,costruzioni in stile moresco come la straordinaria Moschea, fulcro e centro culturale della comunità mussulmana di Parigi e anche straordinari ricordi e impronte del passato meno recente come l’Anfiteatro Romano di Lutezia.

L’alternanza di edifici antichi e moderni è davvero impressionante, testimonianza della vivacità di una città cosmopolita dove le tradizioni, la cultura e il folclore si sono sapientemente mescolate nel corso dei secoli.

La vita del quartiere diventa spesso vivace nella coloratissima Place de la Controscarpe, una piazza ricca di caffè e ristoranti, ritrovo serale di giovani e studenti.

Per gli amanti delle di gemme e della mineralogia la collezione dei minerali dell’Università vanta centinaia di pezzi importanti provenienti da tutto il mondo.

Ma naturalmente il vero centro del quartiere e il polmone verde della zona è il Giardino delle Piante istituito nel 1626 da Jean Herouard e Gui de la Bross, 2 medici di Luigi XIII che ottennero l’autorizzazione di coltivare erbe e piante medicinali, una scuola di botanica, di storia naturale e farmacologia.

Il giardino si è allargato enormemente, diventando uno dei parchi più grandi di Parigi; comprende anche una parte con piante proveniente dalla Corsica, dal Marocco, dalle Alpi e dall’Himalaya e vanta la presenza del primo cedro del Libano piantato in Francia.

Se pensate di andare in Francia trascorrere week end romantici e culturali a Parigi per assaporare la deliziosa cucina, ammirare l’architettura e godere della vita frizzante e spumeggiante che la capitale Europea offre potete visitare il sito vacanze Parigi, ricco di informazioni utili per ogni tipo di turista in cerca di emozioni forti o semplicemente del romanticismo e della bellezza di una magnifica città.