Prato e giardino: i lavori di aprile

Condividi sui social
  • 1
  •  
  •  
  •  

E’ arrivata finalmente la primavera; gli alberi da frutta iniziano a fiorire e si sentono i cinguetti degli uccelli. La natura si risveglia dopo il letargo invernale e anche le nostre amate piante hanno bisogno di un piccolo aiuto per riprendersi.

Per le piante e i fiori in vaso serve l’azoto utile per mantenere e far sviluppare le foglie, il fosforo in piccole quantità per trasformare la linfa grezza in sostanze elaborate favorendo la produzione dei frutti, il potassio utile per i fiori ne accentua la colorazione.

Per concimare bene le nostre amate piante ci sono 3 tipi di concimi:uno granulare con azoto a lenta cessione, da aggiungere al terriccio appena arrivano le piante a casa o all’inizio del mese.

Il secondo concime è liquido invece va dato ogni 2 settimane diluito nell’acqua fino a settembre e il terzo è un rinverdente a base di ferro e 2 volte durante il periodo della primavera.

Per gli amanti dei fiori che hanno una terrazza è il momento giusto per seminare sottovetro amaranto, campanella ipomea e phlox.

All’aperto invece vanno seminati agerato, astro, asparago ornamentale, bella di giorno, bella di notte, bocca di leone, calendula, campanula dei Carpazi, celosia, cineraria marittima, coleus, crisantemo carinato, digitale, elicriso semprevivo, escolzia, fiordaliso, garofano dei fioristi, garofano, genziana, geranio, girasole, iberis, margheritoni, papavero, passiflora, petunia, pisello odoroso, primula, salvia, speronella, stella alpina, tagete, verbena, viola del pensiero, viola mammola, zinnia, zucca ornamentale.

Le piante di appartamento vanno rinvasate se hanno le radici esterne. In aprile poi si possono piantare bulbi di amarilli, astilbe, eucomis, calla, ciclamini, fresia, gissofila, peonie, sparagis, dalie, gigli, gladioli ma anche piante di rose, glicini, bignonie grandiflora, lonicere, melograni da fiore, hibiscus, oleandri, peschi, ciliegi da fiore.

Aprile è anche il mese perfetto per rifare il prato, riseminando nelle zone dove è rado, iniziare a concimare se è sofferente, se è presente dell’erba infestante bisogna iniziare a toglierla manualmente o lavorando il terreno con diserbanti.

Buona fioritura!

Scritto da