Recensione: Preghiera del mare

Condividi sui social
  • 5
  •  
  •  
  •  

Preghiera del mare

Preghiera del mare di Khaled Hosseini, curato e tradotto da Roberto Saviano, un piccolo libro con un grande messaggio. Un libro dedicato a tutti i bambini che soffrono per le guerre e devono scappare dalla loro terra per affrontare il “viaggio della speranza”.  I proventi del libro sono destinati ai  Rifugiati UNHCR .

Nel libro un padre scrive una lettera al figlio Marwan  per incoraggiarlo e aiutarlo durante la lunga traversata che lo porterà  in una nuova terra per un futuro migliore. Le immagini sono delicate e molto commoventi, le parole struggenti ma dense di coraggio e gioia di vivere. Carico di speranza ma anche di molta nostalgia parla dell’infanzia del bimbo con i ricordi della fattoria dei nonni in una normalità che stupisce e sorprende allo stesso tempo. Perché forse non tutti possono pensare e capire paesi lontani che sono però allo stesso tempo molto vicini.

Un libro che tocca il cuore e l’anima, che commuove e stupisce. Una lettura scorrevole e fluida con contenuti speciali. Da leggere e ammirare, per farsi un regalo ma anche da regalare. Per capire e trasmettere. Un libro che tutti dovrebbero leggere per entrare nel complesso mondo dell’immigrazione e nelle storie di persone che scappano dalla guerra e dalla miseria.

Un libro dedicato a tutti i bimbi del mondo, perché tutti hanno diritto ad’infanzia felice lontano dalla sofferenza.

Preghiera del mare di Khaled Hosseini, lo leggi in un fiato, ma resta impresso nell’anima. Trasmette emozioni e pensieri, in una nuova logica di solidarietà ed empatia.