Rimedi naturali contro il mal di testa

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

mal di testaGli uomini ne soffrono spesso per troppo stress lavorativo, le donne anche a causa della mensile sindrome premestruale e di eventuali scompensi ormonali, fatto sta che il famigerato mal di testa è croce di un gran numero di persone.  Ovviamente la soluzione non può basarsi solo sulla strenua resistenza al dolore, né tanto meno sul ricorso scellerato a farmaci di ogni tipo; oggi a farla da padrone nella guerra all’emicrania è semplicemente la natura.

Rimedi terapeutici contro il mal di testa

Sono innumerevoli le possibilità di debellare tale fastidiosa problematica senza regalare il proprio organismo in pasto alla chimica più aggressiva.  Tra le mura di casa ad esempio si può intervenire con una mirata digitopressione: premere le tempie con le dita può alleviare molto il dolore; si può fare ricorso al massaggio, facendosi massaggiare spalle e base del collo, allentando così le tensioni muscolari tipiche degli attacchi di cefalea.

Altri accorgimenti importanti riguardano il silenzio e la penombra, utili al rilassamento del corpo e quindi alla diminuzione del dolore, nonché l’utilizzo di ghiaccio: appoggiarlo sulla parte dolente comporta una costrizione delle arterie della testa ed una conseguente riduzione del fastidio.

Per combattere il mal di testa si può optare anche per la scelta di un professionista che possa consigliarci la terapia più adatta tra le tante esistenti.

Promossa a pieni voti, anche dalla scettica scienza, è l’agopuntura, atta all’aumento dei neurotrasmettitori antagonisti del dolore, allo scemare delle contrazioni muscolari e all’induzione di un certo rilassamento psicologico. Il tutto avviene grazie all’azione degli aghi che, una volta inseriti, provocano una stimolazione delle terminazioni nervose producendo flebili correnti elettromagnetiche di notevole efficacia.

Efficiente anche il ruolo della psicologia; non a caso lo psicologo può insegnare ottime tecniche di rilassamento quali il training autogeno, la respirazione addominale, la meditazione e l’immaginazione guidata. Tutte queste metodiche comportano una forte diminuzione del grado di contrazione muscolare e dell’ansia, aumentando così la tolleranza ala dolore.

Particolare è la pratica del Biofeedback, letteralmente “ritorno delle informazioni sull’attività biologica”. Esso permette di monitorare una funzione corporea altrimenti involontaria, come l’attività muscolare o la temperatura, mediante l’uso di elettrodi. Il soggetto, in tempo reale, recepisce le informazioni sul suo stato grazie alla capacità dell’apparecchiatura di amplificare quanto controllato attraverso segnali acustici e visivi. In tal modo il paziente diviene consapevole delle proprie problematiche e può affrontarle per prevenire l’innesco del mal di testa.

Rimedi naturali contro il mal di testa

Alcune piante si sono dimostrate decisamente efficaci nel lenire tale problema, evitando ovviamente il pericoloso “fai da te” nella scelta del prodotto e delle sue dosi: è bene sempre affidarsi ad un esperto per non incappare in spiacevoli effetti collaterali.

Salice bianco: la sua corteccia contiene tannini, flavonoidi e glicosidi fenolici che, una volta ingeriti, vengono trasformati in acido salicilico, noto antinfiammatorio.

Ginkgo biloba: il suo principale componente, il gingkolide B, è efficace nella cura del mal di testa.

Menta piperita: l’applicazione esterna del suo olio essenziale, ottenuto dalle foglie di tale specie, è in grado di ridurre l’intensità del dolore.

Partenio: pianta erbacea perenne, della quale si utilizzano le parti aeree, ha effetti analgesici ed antinfiammatori.

Ultimo rimedio, ma non per efficacia, nella lotta all’emicrania sono gli integratori, ecco i più utili: magnesio, coenzima Q10 (famoso antiossidante), vitamina B2, vitamina D3.

Scritto da Valentina Lizza

L’articolo è finito, se vuoi puoi leggere anche: