Un semplice esercizio per rilassarsi dopo le vacanze estive

il segno della Bilancia in aprile
Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

meditazioneIl ritorno dalle ferie è sempre molto faticoso e può portare nei soggetti ansiosi che riprendono subito il lavoro a  o lo studio: spossatezza, ansia, stanchezza,  insonnia e persino depressione nelle persone più sensibili.

E’ importante quindi adottare fin da subito delle strategie per rilassarsi durante il tempo libero, prolungando il più possibile gli effetti benefici delle vacanze ormai lontane, in attesa del Natale e di altre feste.

La meditazione come lo Yoga possono essere in questi casi un valido aiuto adatto a tutti: uomini, donne, giovani e anziani.

Dove e come praticare la meditazione

Gli esercizi  e i metodi per meditare sono numerosi ma la base di tutto  è la respirazione che deve essere lenta e rilassata, l’ambiente tranquillo,  lontano da fonti di stress e distrazioni inutili  come la tv, la radio,  il pc e i cellulari.

Il luogo scelto per meditare può essere all’aperto  o in casa in una stanza preferibilmente dedicata al rilassamento con le pareti dipinte di bianco o di celeste, colori che trasmettono tranquillità e pace. L’importante è che il luogo sia isolato dai rumori esterni se in casa e lontano da altre persone e da stimoli fastidiosi e rumorosi se all’aperto.

Per completare il tutto sono utili una lampada di sale che ionizza l’aria purificandola e dei cristalli di ametista, quarzo rosa e cristallo di rocca, i più adatti per questo genere di attività; una musica New Age di sottofondo può diventare un valido alleato per iniziare il rilassamento.

La prima cosa da fare è sedersi in una posizione comoda utilizzando una sedia confortevole oppure per chi è  pratico di Yoga adottare la posizione del loto o stendersi in posizione supina per terra utilizzando il  tappettino per  fare la ginnastica.

L’importante è essere vestiti comodi e indossare con indumenti di cotone bianco o colori tenui che non impediscono in nessuno modo i movimenti.

Dopo essersi sitemati comodi  e aver chiuso gli occhi può iniziare l’esercizio di rilassamento con la respirazione che deve essere lenta e non forzata. Per respirare correttamente è necessario inspirare lentamente gonfiando bene il torace trattenendo bene l’aria e poi espirare sempre lentamente riempiendo bene la pancia con l’aria.

Si può iniziare trattenendo il respiro per pochi secondi per poi continuare sempre più lentamente prendendo sempre più consapevolezza dell’aria che entra  per portare ossigeno ed energia positiva e che esce dalla bocca  espellendo le tossine e l’energia negativa.

Dovete sentire il flusso energetico che entra e che esce dal corpo attraverso i polmoni e la respirazione.
Il respiro è importanttissimo perchè rappresenta la vita che fluisce e l’energia che scorre dentro di noi.

Per sentire maggiormente le vibrazioni energetiche se siete stesi supini potete  concentrarvi sulla punta dei piedi, risalendo con il pensiero verso le gambe, il cuore, le spalle e la testa.  La visualizzazione è una delle tecniche adottate nella meditazione e in molte terapie alternative.

Continuate a inspirare ed espirare lentamente prendendo coscienza del vostro corpo e del silenzio che vi circonda. Fate una breve pausa.

A questo punto continuando con la respirazione lenta immaginate di trovarvi in un prato primaverile pieno di  fiori profumati e farfalle colorate. Sentite l’erba sotto i vostri piedi? Il profumo dei fiori? Il vento che vi accarezza il viso, il sole che vi riscalda con la sua energia?

Concentratevi sul fiore che avete davanti, può essere una margherita, una violetta, un girasole, una rosa o qualunque altro fiore amiate. E’ appena sbocciato ed irradia bellezza e vitalità. E’ un piccolo fiore ma rappresenta tutto l’universo racchiuso in un piccolo prato. Tutto è connesso nell’universo, le vibrazione energetiche si possono sentire in ogni luogo e ogni essere vivente è collegato alla madre Terra con fili invisibili ma molto potenti.

Contiunando a guardare il fiore concentratevi prima sulla terra e sullo stello, poi sulle foglie e sui petali. Immaginate come è nato da un piccolo seme caduto nel terreno e come si è sviluppato lentamente. Continuate a respirare lentamente. Visualizzate quindi una farfalla colorata che si posa sul fiore. Ammirare le piccole ali che si muovono lentamente. La farfalla si allontana dal fiore e si perde nel cielo azzurro che vi sovrasta. Il sole vi scalda e il cielo è azzurro libero da nuvole. Lentamente aprite gli occhi continuando a respirare. L’esercizio è finito.

Scritto da