Viaggi avventurosi:la terra dei Masai

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

Devo dire che l’Africa è sempre stata il mio sogno fin da bambina.

Poi quando ho visto il film “La mia africa” di Karen Blixen, mi sono innamorata perdutamente del Kenya e dei suoi spazi sconfinati, le sue praterie, i suoi animali, i parchi, la sua cultura e il folklore dei Masai.

Fin da piccola mi hanno attratto le maschere africane, così selvagge, caratteristiche, colorate e selvagge.

Quando posso vado nei mercatini e se ne trovo una la aggiungo alla mia collezione.

Comunque oggi voglio parlarvi di un bellissimo parco africano, uno dei tesori del Kenya:il “Masai Mara National Park” a Nairobi, una straordinaria riserva naturale, assolutamente eccezionale per bellezza, natura, paesaggi, insomma il vero cuore sussultante dell’Africa.

Il territorio del parco è quasi tutto pianeggiante, il clima temperato con la pioggia che arriva solo nel tardo pomeriggio o durante la notte, consentendo quindi di poter godere appieno del parco durante il giorno.

Il parco si estende nella zona della Rift Valley, nel distretto di Narok, vicino al confine con la Tanzania e al bellissimo e famoso parco del Serengedi.

La straordinaria natura e la fauna del parco, sono solo una delle attrattive di questa regione abitata dal popolo Masai, che vive in perfetto equilibrio con la natura e gli animali del parco:elefanti, rinoceronti neri, gazzelle di Thompson o di Grant, antilopi, zebre, bufali, giraffe e naturalmente i grandi felini, leoni e leopardi.

I panorami, la luna nel cielo delle notte africane, gli animali e l’animo antico ma fiero del popolo Masai fanno di questa terra una delle più visitate dai turisti e al tempo stesso un parco per fortuna ancora molto selvaggio e libero.

Un viaggio avventuroso in queste terre ancora libere e selvaggi, resta sicuramente nel cuore e nell’anima.