Viaggio d’autunno? Destinazione Budapest

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

BudapestSe dopo tanto caldo, mare e sole, siete alla ricerca di una destinazione decisamente più “autunnale” per il vostro prossimo viaggio, allora una buona idea potrebbe essere di quella di visitare Budapest, capitale dell’Ungheria.

Forse ancora oggi poco “trafficata” dal turismo italiano, Budapest è in realtà una città magnifica, tutta da visitare in quanto ricca di arte, storia, cultura e tradizioni davvero interessanti.

Solitamente definita come la “Parigi dell’Est”, viste alcune similarità con la capitale francese, Budapest ha in verità una sua forte identità che le deriva soprattutto dalla sua composizione variegata; Budapest, infatti, nasce dall’unione tra Buda, Pest e Obuda, tre città unite dal Ponte delle Catene e da altri sette ponti.

Se questa destinazione vi attira e vi accingete già a prenotare volo e hotel a Budapest, allora avete bisogno di qualche dritta sui luoghi da vedere. Diciamo subito che Budapest non è una città enorme e quindi in pochi giorni è possibile visitarla quasi tutta, il che la rende pertanto una meta ideale anche per i week-end.

La vostra visita alla città può iniziare dal celebre Castello di Buda, primo nucleo della città in quanto dalla sua costruzione nacque un primo centro urbano che in breve si sviluppò al punto da poter gareggiare con le vicine Praga e Vienna. In questa, che può essere a ragione considerata come la parte più antica di Budapest, vale la pena visitare oltre al Castello anche il Palazzo Reale e la Chiesa di Mattia.

Spostandoci verso Pest ci imbattiamo invece nella zona più moderna, irrequieta e movimentata, dove ad attendervi c’è soprattutto il divertimento. Tuttavia anche questa zona conserva dei monumenti di grande interesse come il Palazzo del Parlamento, il Duomo di Santo Stefano, la Grande Sinagoga, il Museo etnografico e la Casa del Terrore, così detta in quanto usata dai nazisti e dai comunisti come luogo di tortura.

Ma una vista a Budapest non può dirsi completa senza visitare il Museo delle Belle Arti, uno dei più importanti al mondo con le sue sei sezioni e la ricchezza delle opere conservate tra le quali sarà possibile ammirare anche capolavori di Giotto, Tiziano, Van Dyck e Renoir.

Tra le altre bellezze cittadine si devono poi annoverare: il Parco delle Statue di Budapest, ovvero un parco dove sono conservate, a memoria storica, le statue delle grandi figure del comunismo (Marx, Lenin, Stalin, Bela Kun) dando vita ad un vero e proprio Memento Park del comunismo e la Grande Sinagoga, testimonianza della forte presenza della comunità ebraica in città.

Oltre alla Grande Sinagoga sono infatti ancora oggi attive circa 22 sinagoghe, mentre la Grande Sinagoga si trova nel centro del ghetto ebraico; questa, costruita nel 1859, può ospitare fino a 3000 persone, mentre nel giardino è possibile ammirare un monumento, il famoso Albero della Vita, che ricorda tutti gli ebrei uccisi dai nazisti tra il 1944 e il 1945.

Spostandovi fuori dal centro della città è possibile raggiungere i Bagni Termali di Budapest, Aqiuncum, costruiti dai Romani che, con una certa lungimiranza, predissero il futuro termale che di fatti da allora Budapest ha sempre avuto.

In ultimo vi consigliamo di assaggiare la cucina locale, avvertendovi però che non si tratta di una gastronomia leggera; la cucina di Budapest prevede infatti un ampio utilizzo di cipolle, spezie, paprika, patate e carne.

Foto crediti:http://it.wikipedia.org/wiki/File:Budapestmontage2.JPG

Scritto da