Yoga, come mantenersi in forma rilassando la mente

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  

YogaTroppo spesso siamo prigionieri del nostro vivere civile, corriamo, ci affanniamo verso mete e bisogni, il più delle volte irraggiungibili. Come rimediare a questo ritmo frenetico che ci avvolge? Una soluzione ci viene da un’antica tradizione indù, oggi riscoperta nell’Occidente: lo Yoga.

L’origine della filosofia yoga si perde nella più lontana antichità, ma la tradizione indica il dio Shiva come il vero ideatore. Shiva regala il segreto dello Yoga a Shakhti, la sua amata, per introdurla nei segreti del corpo e della mente.Yoga,unione di mente e corpo, la formula più pratica, più efficace, più adatta alle esigenze della vita moderna.

Grazie allo Yoga e alle sue tecniche possiamo ritrovare la volontà di esistere, gustare con gioia la vita, e perchè no, dare al nostro corpo una forma smagliante e una migliore salute. L’obbiettivo di questa pratica dinamica è quello di recuperare un equilibrio attraverso la sincronia dei movimenti e del respiro, nelle posture yogiche (asana) rendiamo più forte lo scheletro, la muscolatura, stimoliamo e ripuliamo i nostri organi interni;lasciamo rifluire l’energia attraverso tutto il corpo.

Con lo yoga potremo acquisire la capacità di rimanere tranquilli in mezzo ad acque agitate, di avere la mente chiara nelle situazioni confuse, come il fiore di loto che, con la sua eterea bellezza, cresce nello stagno senza esserne influenzato. Questa disciplina può essere eseguita da tutti, indipendentemente dall’età e dal sesso, dalle specifiche condizioni fisiche, e può essere adattata alle necessità personali di ciascuno.
Lo yoga è indicato per gli impiegati che necessitano di una di pausa dallo stress psicologico a cui sono sottoposti, per le casalinghe che desiderano alleggerire il loro senso di affaticamento per migliorare la memoria e l’attenzione nei bambini; per i dirigenti che sentono il bisogno di “ricaricare le pile”.

Non solo le asana ma anche la respirazione yogica (pranayama) sono molto efficaci poichè fungono da tonico per ridurre lo stress, l’insonnia, lo squilibrio emotivo, la cefalea. Alcuni esercizi veloci ma efficaci di Yoga consistono nella rotazione del collo e delle spalle, che oltre alle parti in oggetto rilassano anche la zona alta della schiena. Inoltre si possono associare esercizi di stiramento delle braccia e delle mani che hanno un immediato effetto benefico sulla circolazione sanguinea, ma le asana sono moltissime, la tradizione dice, tante quante sono le specie degli esseri viventi: halasana (l’aratro), mathsyasana (il pesce), mathyendrasana (il dio dei pesci).

Il momento stagionale migliore per iniziare le nostre pratiche è senz’altro la primavera, perchè seguiremo l’impulso naturale del nostro corpo ad una rinascita. Pratichiamo le asana in un ambiente tranquillo, possibilmente in solitudine, in un luogo all’aperto; il tempo ideale per la pratica delle posizioni è il mattino presto, quando la mente è in pace ed è fresca, una pagina bianca, se lo desideriamo bruciate profumi graditi ed incenso.

Distendiamo sul pavimento una coperta o un tappeto e pratichiamo le posizioni, all’inizio solo per un breve periodo; questo intervallo di tempo andrà poi gradualmente prolungato. Ogni posizione dovrebbe essere mantenuta finchè risulterà confortevole, non scoraggiamoci se si presentano delle difficoltà: la pazienza, la perseveranza e la sincerità del nostro proposito ci condurranno al successo.

Foto crediti: http://www.freedigitalphotos.net/